CT MACERI CASCIAVOLA - NUOVA OMA VALDIMAGRA 3-2 La cronaca della partita

20/25  14/25  25/16  25/19  15/13

_Ct Maceri Casciavola  Zuccarelli 12, Vicinanza ne, Devetag 2, Scatena, Ruberti 4, De Bellis 9, Toni 15, Parra 3, Mendola 3, Di Cristo 17, Ricoveri (L), Pollastrini (L)
Allenatore  Fabrizio Grezio, Vice Allenatore Davide Panicucci
_Nuova Oma Valdimagra Cordiviola 9, Castellano 22, Boriassi 6, Ruffini, Mazziotta 2, Papa 20, Pisani, Brignole ne, Vergassola ne, Iosco 6, Cecchinelli ne, Leonardi (L) 
Allenatore Andrea Marselli, Vice Allenatore Nicolò Caselli

La Nuova Oma perde 3-2 contro il Casciavola Pisa dopo una gara dagli aspetti totalmente inversi...

Il primo set vede le valligiane prendere in mano le redini del gioco e dettare lo giocate con grande intensità. In una palestra illuminata dalla luce del sole, le ragazze di Marselli illuminano gli spettatori con il bel gioco. Il set finisce 25/20 dopo 23 minuti con Castellano e Papa top scorer.
Il secondo set viene giocato sul velluto dalle “Energie Alternative”, la frazione prosegue sempre in mano alle valligiane che non sbagliano nulla e che impongo ritmo gioco e piegano la resistenza avversaria. Il set si chiude dopo 24 minuti con il punteggio di 25/14 con una super Papa che metta a terra ben 9 punti. A questo punto cala la notte in tutti i sensi, sia perché ormai si è fatto buio sia perche le ragazze della Nuova Oma non riescono più a muovere il punteggio. Il terzo set parte 5/1 per le pisane dopo una lunga serie di errori, da questo punto nulla va più per il giusto verso e dopo 26 minuti le padrone di casa si impongono 25/16 con Castellano miglior realizzatore. Il quarto set è più equilibrato nella fase iniziale fino al 18/16 poi da questo punto in poi le pisane alzano i ritmi e si impongono 25/19 in 26 minuti. A questo punto si arriva al tie-break, che vede la formazione della Nuova Oma prendere in mano il pallino e la avversarie inseguire fino a giungere sul punteggio di 11/8, da questo momento in poi si rifanno sotto le pisane che si impongono 15/13 in 18 minuti.
Rammarico nelle file della Nuova Oma al termine della gara per l’occasione persa di mettere una seria ipoteca sulla salvezza finale. Dopo il 2-0 iniziale nessuno avrebbe mai immaginato che la gara finisse così, ma la pallavolo è questo, uno sport stupendo e crudele nel quale non si può ma essere sicuri di nulla, dove non sono ammessi cali di tensione o distrazioni e dove non si può fare melina.
La pallavolo è un gioco che si vince all’ultimo punto e non si può far trascorrere il tempo, si deve solo conquistare punti su punti, le pisane sono state più determinate e sono riuscite nell’impresa.
I punti di vantaggio sulla zona rossa sono 12 con ancora 15 punti in palio. Sabato prossimo sarà di scena il Casette al Palaquercia, squadra che occupa la terza piazza in classifica generale.
Le ragazze della Nuova Oma dovranno disputare una gara stupenda per provare a chiudere il conto al più presto.

Ruggero Bertolini