BISONTE AZZURRA S.CASCIANO - NUOVA OMA VALDIMAGRA 3-0 La cronaca della partita

25/19  25/16   25/17

Bisonte Azzurra S.Casciano De Fonzo 7, Porzio 10, Vujko 1, Vannini 4, Guerrini 5, Bellini ne, Zago 13, Babbi 5, Sostegni ne, Cheli ne, Savelli ne, Rubini (L)
Allenatore Mauro Masacci,  Vice  Marco Boretti

Nuova Oma Valdimagra Cordiviola 3, Castellano 5, Boriassi 6, Ruffini, Mazziotta, Papa 15, Pisani ne, Brignole 9, Vergassola ne, Iosco ne, Cecchinelli, Leonardi (L) 
Allenatore Andrea Marselli, Vice Allenatore Nicolò Caselli

La Nuova Oma perde 3-0 contro la corazzata San Casciano...
S.CASCIANO (FI) - Le ragazze di Marselli si sono battute contro una formazione di prestigio nata per la vittoria finale e che, solo per una seria di cali di rendimento, occupa la 2’ piazza in classifica generale. Brutta partenza per Cordiviola e compagne che inanellano una serie di errori consentendo alle fiorentine di prendere il largo. Dopo il brutto avvio le valligiane tentano una rimonta ma nulla possono e il set finisce in 22 minuti con la Papa top score. Il secondo set vede le atlete di Marselli lottare alla pari con le fiorentine ma le esperte avversarie poi dettano un break e si impongono 25/16 in 23 minuti con la Borisassi top score. Nel cambio di campo il tecnico apuano prova a caricare le proprie atlete che iniziano una lotta testa a testa con le forti avversarie. Il sostanziale equilibrio dura per la prima metà del set poi, sempre sfruttando gli errori delle valligiane, le fiorentine allungano e si impongono in 22 minuti 25/17. Mister Marselli al termine della gara ha fatto alcune riflessioni sulle proprie atlete ed ha dichiarato di essere soddisfatto dell’impegno che mettono ogni giorno in allenamento, ha proseguito dicendo che le avversarie dispongono di un organico degno della vittoria finale. Nella gara di domenica sono scese in campo come opposto la giovanissima Brignole, classe ‘95 e per alcune frazioni anche la Ruffini anche lei classe ‘95. La formazione  valligiana continua ad occupare, al termine del girone di andata, il 9’ posto in classifica generale con 5 lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione. Patron Botti e Ginesi, facendo un riepilogo del girone ritengono di avere 2 o3 punti in meno di quelli meritati, ma nello stesso tempo si dicono enormemente soddisfatti del rendimento delle loro ragazze che, date quasi per spacciate ad inizio anno e nonostante la giovanissima età, hanno dato il filo da torcere a tutte le avversarie non sfigurando mai in nessun parquet di gioco. Merito di questo risultato, continuano i due patron, va attribuito alla serietà ed alla bravura del gruppo ed alla sapienza del tecnico che le sa far lavorare ed amalgamare al meglio sfruttando a pieno il loro potenziale.

Ruggero Bertolini