CITTADUCALE - NUOVA OMA VALDIMAGRA 3-1 La cronaca della partita

15/25 25/18 25/21 25/21

Cittaducale: Vetri 6, Negrato (L), Sarcina 11, Lunardi 5, Bonciani, Capone (L), Ferro 11, Mattia ne, Canella 12, Angelelli 1, Cucchiarini 1
Allenatore Paolo Collavini,Vice Allenatore Nicola Lucarelli
Nuova Oma Valdimagra: Cordiviola 4 , Castellano 16, Boriassi 5, Ruffini, Mazziotta 2, Papa 15, Pisani ne, Brignole 12, Vergassola ne, Leonardi (L), Cecchinelli
Allenatore Andrea Marselli , Vice Allenatore Nicolò Caselli


La Nuova Oma Valdimagra torna sconfitta da Cittaducale, Rieti. Dopo una lunga trasferta le atlete valligiane arrivano in terra laziale e iniziano la gara su altissimi livelli. Battute al fulmicotone di tutte le ragazze e 4 ace di Mazziotta e Brignole mettono in enorme difficoltà le padrone di casa costrette a cedere in 17 minuti con la Papa Top Score. Il secondo set inizia sotto i migliori auspici e vede le atlete di Marselli portarsi sul 8/4, poi escono le reatine che si rifanno sotto e dopo una fase punto a punto il set finisce nelle mani delle padrone di casa che si impongono 25/18 in 22 minuti con Castellano miglior realizzatore. Il terzo set è una continua altalena fra le due formazioni in campo decise entrambe a portare a casa la frazione. Dopo 27 minuti di lotta si impongono le padrone di casa 25/20. Nel quarto set la partenza è sottotono da parte delle atlete di Marselli che si trovano subito sotto 4/1 costringendo il tecnico apuano a chiamare un primo time-out. La frazione prosegue sempre con le padrone di casa in vantaggio di un paio di punti e con le atlete della Nuova Oma pronte a lottare su ogni palla ma non riesce la rimonta e la gara si chiude in 25 minuti sul punteggio di 25/21 sempre con Castellano miglior realizzatore. Grande il rammarico al termine della gara nelle file della Nuova Oma ma altrettanto grande era la voglia di rivincita. Da lunedì riprenderà la preparazione al Palaquercia di Aulla per la sfida casalinga di sabato prossimo alle ore 21, occasione nella quale le atlete sperano, con l’aiuto del caloroso pubblico di casa, di togliere lo zero dalla classifica generale.
Ruggero Bertolini