PUNTO DI VISTA - 3 Mar

Sabato sera entrando nella palestra di Cerea si è vissuto lo stesso clima elettrizzante che abbiamo trovato nel maggio scorso in gara 2 dei play-off. Si perchè la posta in palio, così come lo scorso anno, era altissima e questi 3 punti possono essere fondamentali nell'ottica salvezza. A dire il vero all'inizio appena entrati nel palazzetto veronese sono subito affiorati i cattivi ricordi dello scorso anno, dove il Cerea vinse meritatamente gara 2 e spense solo parzialmente il nostro sogno B1 rimandato poi al sabato seguente. Quello che è cambiato in modo radicale è il finale: non più volti tristi e delusi ma festeggiamenti in mezzo al campo per onorare al meglio un'altra grandissima impresa della truppa di Marselli nonostante le non perfette condizioni di alcune giocatrici come Papa, Prandi, Castellano, Boriassi e di fronte ad un avversario fortissimo che sabato sera ha spolverato colpi di alta qualità. Il calendario si avvia nella fase per noi più impegnativa visto che dovremo incontrare le due squadre più forti del girone (Fontanellato e S.Croce) ed altre partite delicate come Vigolzone, San Donà e Olivieri. Il nostro ambizioso obiettivo è quello di arrivare allo scontro diretto a San Donà dopo aver rosicchiato qualche prezioso punto nelle due sfide casalinghe. Impresa difficile ma nello stesso tempo affascinante.