VOLLEY REGGIO 1952 - NUOVA OMA VALDIMAGRA 3-1

25/22 25/14 26/28 25/23

Nuova Oma Valdimagra: Cordiviola 10, Magnelli 10, Prandi 15, Castellano 10, De Angelis 2 , Antonini , Boriassi ne, Ruffini, Mazziotta 1, Papa 8, Leonardi libero, Cecchinelli libero. All Andrea Marselli, Nicolò Caselli
Volley Reggio: Ventura, Abate, Balboni, Crotti, Grassano, Montanari, Scilipoti, Manfredini, Salvi, Bodziack. All Salvatore Brancato, Carlo Santini

La Nuova Oma Valdimagra perde 3 a 1 contro il Reggio Emilia dopo quasi 2 ore di gioco in una stupenda struttura che ha visto il grande passato della Pallavolo Nazionale. Di fronte ad un nutrito pubblico le ragazze di Marselli hanno lottato molto ma non sono riuscite a portare a casa punti. Il primo set parte con le padrone di casa all’ inseguimento delle valligiane e dopo una lunga rincorsa si impongono in 26 minuti con Prandi e Magnelli top score. Il secondo set è da dimenticare, le atlete di Marselli perdono in 20 minuti con un netto 25/14 che non lascia spazio ad alcun commento. Al cambio campo il tecnico apuano, che ha utilizzato quasi tutte le atlete a sua disposizione per provare a cambiare la gara, chiede il massimo impegno alle proprie ragazze che tornano in campo con il coltello fra i denti e regalano un set al cardiopalma al nutrito gruppo di tifosi al seguito. Il set è una sorta di lunghissima altalena che si conclude 28/26 per le valligiane in 28 sofferti minuti di gioco con capitan Cordiviola top score. Il quarto set è il degno proseguo del precedente e vede ripartire la estenuante altalena che scalda il Pala Bigi ed esalta i tifosi. Nella fase cruciale 2 netti errori arbitrali danno il vantaggio alle padrone di casa. Le valligiane si rifanno sotto e tornano a giocarsi il set testa a testa ma dopo 27 minuti di gioco e con gran rammarico devono cedere 25/23 con Prandi e Castellano su tutte. La delusione che serpeggiava al termine della gara si è subito trasformata in grinta in attesa della prossima settimana di duro lavoro che condurrà alla sfida casalinga alle 21 al Palaquercia, contro la formazione del Cadelbosco una delle squadre più strutturate ed in forma dell’intero torneo.
Nel frattempo il Cerea ha perso e rimane all’ultimo posto in classifica generale mentre San Donà e Collecchio hanno guadagnato entrambe un punto.

Ruggero Bertolini