NUOVA OMA VALDIMAGRA - ATOMAT UDINE 2-3


25/21 25/12 23/25 21/25 12/15

Nuova Oma Valdimagra: Cordiviola 7, Magnelli 13, Prandi 21, Castellano 16, De Angelis, Vergassola ne, Boriassi ne, Ruffini ne, Mazziotta 2, Papa 14, Leonardi libero, Cecchinelli libero.
All Andrea Marselli, Nicolò Caselli

Atomat Udine: Scalettaris, Cecconi, Poser, Zandonà, Russo, Giabardo, Marin, Della Rosa, Cozzo, Lodolo. Montina, Qualizza. All Manuel Mannucci, Fabio Sandri

Sconfitta per la Nuova Oma valdimagra dopo una partita tiratissima contro la formazione di Udine che occupa la settima piazza in classifica generale e che ha fatto fino ad oggi un ottimo cammino in campionato. La gara disputata in un Palquercia festante con un pubblico veramente importante che non ha mai mancato di sostenere le proprie ragazze, vede la Nuova Oma partire molto bene e mettere in enorme difficoltà le forti avversarie. La frazione si chiude 25/21 per le valligiane dopo 24 minuti di bel gioco con la Prandi micidiale in battuta e top score. La seconda frazione non ha storia e le atlete di Marselli si impongono nettamente 25/12 ben dirette dalla Mazziotta e con una Prandi al fulmicotone. Quando ormai la serata sembrava aver preso al giusta piega, le Udinesi si sono risvegliate ed hanno lottato strenuamente per portare a casa punti. La terza frazione di gioco vede un testa a testa continuo fra le due formazioni in campo fino al 22 pari, poi con un colpo di reni le friulane si impongono 25/23 in 30 minuti con la Castellano su tutte. Mr Marselli chiede alle proprie atlete più continuità ed attenzione temendo il calo che purtroppo avviene e la quarta frazione di gioco si chiude 25/21 in 21 minuti con la Papa top score e con grandi giocate difensive delle padrone di casa che purtroppo però vedono sfumare la possibilità del punteggio pieno. Si giunge così al tie- break, la lotteria della pallavolo, frazione in cui tutto è essenziale ed in cui purtroppo le padrone di casa non hanno saputo imporsi. Il set si è chiuso sul punteggio di 15/12 in 17 minuti molto tirati e con gli spalti tremanti per il tifo.
Molta amarezza nelle file della Nuova Oma al termine della gara per la occasione persa, anche se è enorme la consapevolezza che nel campionato di B1 quel che conta è muovere sempre la classifica. Chiaramente, ha detto Mr Marselli, sarebbe stato meglio fare tre punti, però in un campionato come questo ogni punto è essenziale e le mie atlete hanno dato il massimo in ogni fase del gioco. In settimana lavoreremo molto per limare i problemi emersi e ci prepareremo con grande impegno alla trasferta di sabato prossimo in quel di Cerea, campo dove lo scorso anno abbiamo sudato molto per inserire un ultimo tassello verso la promozione finale.

Ruggero Bertolini