NUOVA OMA VALDIMAGRA - SAN DONA' 2-3

25/13 11/25 21/25 25/19 11/15

Nuova Oma Valdimagra: Cordiviola, Magnelli 11, Prandi 19, Castellano 17, De Angelis, Del Nero 1, Boriassi 9, Ruffini, Mazziotta 1, Papa 16, Leonardi libero, Cecchinelli libero. All Andrea Marselli, Nicolò Caselli
San Donà: Giacomel, Rolla, Pasquot, Salvia, Santin, Maragoni, Zanotto, D’Ambros, Rigoni, Codial, Rossini. All Giuseppe Giannetti, Cristiano Pavoncelli

La Nuova Oma Valdimagra perde 3 a 2 in un match infuocato contro il San Donà del Piave. Le ragazze di Marselli sono scese in campo decise a interrompere la serie negativa e cominciano la gara ad un ritmo forsennato imponendosi alle avversarie e lasciandole completamente in balia dei colpi che Prandi e compagne scagliavano. La frazione si è chiusa in 22 minuti con il punteggio di 25/13. La seconda frazione di gioco vede le ragazze di Giannetti prendere in mano le redini del gioco e le atlete valligiane sparire completamente dal campo. Il set si è chiuso in 20 minuti con un perentorio 25/11. Il terzo set vede le padrone di casa assicurarsi un buon vantaggio iniziale che però, sotto la spinta delle forti avversarie non hanno saputo gestire e la frazione si è chiusa sul 25/21 con Papa, Prandi e Magnelli autori di 4 punti a testa. Nel quarto set mister Marselli suona la carica e chiede il massimo impegno alle proprie ragazze che, dopo un inizio un po’ difficile, si riprendo a allungano il punteggio fino ad imporsi 25/19 in 27 minuti con una Castellano super star. La lotteria del tie-break, vede le due formazioni affrontarsi a viso aperto con il punteggio oscillante da una parte all’altra fino al rush finale che vede le ospiti prendere il sopravvento e imporsi 15/11 dopo 17 minuti di bel gioco.
Grande rammarico al termine della gara nelle file della Nuova Oma Valdimagra per il mancato successo contro una formazione in crescita e che lotta, come le ragazze dei patron Botti e Ginesi, per salvarsi.
Mister Marselli ha richiamato le proprie atlete a una massima attenzione in campo e a gestire al meglio le situazioni positive senza cedere troppo se ci sono dei passaggi a vuoto. Nonostante la sconfitta è stato importante muovere la classifica, sostiene il tecnico apuano, perché in un campionato duro come la B1 è sempre utile portare dei punti in cascina che torneranno utili alla fine della stagione. I risultati giunti dagli altri campi segnalano che la Nuova Oma è al nono posto in classifica generale con 3 punti di vantaggio sulla quota salvezza.

Ruggero Bertolini